• 5
  • Set
Author

NUTRIZIONE E GENETICA

E’ oramai scientificamente dimostrato che una buona alimentazione può migliorare il proprio stato di salute riducendo il rischio di insorgenza di molte malattie croniche.

Tuttavia non esistono regole alimentari uguali per tutti come non  esistono diete che funzionano per tutti.

La NUTRIGENETICA è la nuova disciplina che cerca di spiegare come vengono metabolizzate e utilizzate le sostanze che ingeriamo, sulla base dei nostri geni. Lo studio del DNA permette di determinare l’esatta quantità di nutrienti di cui ciascuno di noi ha bisogno.

Oggi la nutrigenetica è alla portata di tutti perchè con un semplice test sulla saliva è possibile analizzare alcune variazioni dei geni che svolgono un ruolo importante nella determinazione dello stato di salute del corpo.

Il DNA è la molecola base di qualsiasi forma di vita sulla terra, costituisce il patrimonio genetico di ogni essere vivente, cioè contiene tutte le informazioni ereditarie necessarie alla vita.

Gli esseri umani sono tutti diversi e ciò è dovuto al loro DNA. Ci sono differenze visibili come il colore dei capelli o degli occhi e altre differenze più nascoste che determinano ad esempio come ciascuno di noi è in grado di metabolizzare i nutrienti o come riesce a liberarsi dalle tossine. Tutto questo significa che ogni individuo interagisce con l’ambiente in cui vive in maniera personale ed unica.

Dal punto di vista genetico gli esseri umani sono molto simili tra loro sebbene in ciascun gene, ovvero i pezzetti di DNA che nel loro insieme descrivono l’intera funzione del nostro organismo, si possono trovare delle piccole variazioni che determinano importanti differenze.

L’insieme di queste piccole variazioni determina il modo i cui l’esposizione a molteplici fattori ambientali influisce sul nostro organismo e sulla nostra salute.

Con un semplice test è possibile analizzare le variazioni di numerosi geni coinvolti nel metabolismo del cibo.

Vengono valutati i seguenti ambiti specifici:

  • predisposizione genetica alla celiachia;
  • intolleranza al lattosio;
  • salute del cuore;
  • detossificazione e protezione nei confronti dello stress ossidativo;
  • attività infiammatoria;
  • metabolismo degli zuccheri;
  • salute dell’osso;
  • sensibilità alla caffeina;
  • sensibilità all’alcool

Sulla base dei risultati genetica è possibile avere informazioni molto specifiche su eventuali alimenti da ridurre o da aumentare o su eventuali integratori da aggiungere alla propria dieta.

Questo permette con piccole modifiche nella propria alimentazione e nel proprio stile di vita di prevenire disturbi più complessi nel futuro.